Associazione Culturale VARZI VIVA
I Monumenti di Varzi
e dintorni


(© Carlo Marenzi)


La Chiesa dei Rossi
Il Borgo di Varzi offre, oltre alla più rinomata Chiesa romanica dei Cappuccini, un'altra perla architettonica a chi si «avventura» nel centro storico: la Chiesa dei Rossi.

La Chiesa dei Bianchi
Nel lato nord di via di Dentro troviamo la Chiesa dei Bianchi, costruita nel 1646 dalla Confraternita del Gonfalone (il nome di questo oratorio deriva dal colore della cappa che indossavano gli aderenti alla Confraternita).

Il Castello "Malaspina
I Malaspina, dopo l’investitura fatta dall’Imperatore Federico Barbarossa, nel 1164, dei territori che dall’inizio delle colline di Rivanazzano si spingono a sud, fino all’attuale parte settentrionale della Toscana, scesero dalla protetta ma scomoda Oramala per insediarsi a Varzi.

La Torre Malaspina
Oggi c'è un modo nuovo per fare la conoscenza di Varzi: abbracciare con lo sguardo il paese, il suo torrente, le sue colline dall'alto della "Torre Malaspina".

La Chiesa dei Cappuccini
La prima Pieve della valle Stàffora fu senz’altro quella di Varzi, costruita non molto tempo dopo la morte di S. Germano, vescovo di Auxerre (in Borgogna), avvenuta nel 448 d.C. a Ravenna.

Villa Leveratto-Mangini
L'austera facciata dalle decorazioni ormai smarrite che dà su Via di Dentro a Varzi inganna la fantasia di chi immagina che cosa si possa scoprire al di là della soglia di questa antica dimora.

Pievi e Chiese delle Antiche Province di Bobbio, Voghera e Tortona
Si presume che i primi edifici religiosi legati al culto cristiano siano stati costruiti, per quanto riguarda le Valli Staffora, Curone e Grue, fra il V ed il VII secolo. L'Associazione Culturale Varzi Viva propone uno straordinario viaggio fra Pievi e Chiese delle Antiche Province di Bobbio, Voghera e Tortona.

Itinerari per castelli oltrepadani
dei sec. XII - XIII tra Tortona e Piacenza

Un interessante elenco di tutti i castelli e le fortezze possedute dalle famiglie nobili di un tempo, i Malaspina e i Dal Verme, entro il territorio compreso fra Tortona e Piacenza.

La fornace romana di Massinigo
Scoperta nel 1957 durante i lavori per la costruzione della scuola elementare, la fornace di Massinigo è fra gli esemplari meglio conservati nel territorio della Lombardia.

Il Castello d'Oramala
C’è profumo di biancospino, di robinia, di castagno nei boschi che circondano il castello e la rocca di Oramala. Fiutarlo dà serenità al cuore, mentre si avanza verso questa antica corte murata.

Il Tempio della Fraternità di Cella
La storia del Tempio della Fraternità è una storia semplice, legata al ricordo dell’ultima guerra mondiale, quando infuriavano in tante contrade solo odio, violenza, persecuzione e delitto...

Il Castello di Zavattarello
La presenza di una rocca militare medioevale adibita ad abitazione nobiliare contornata da un borgo medioevale da restaurare, ma sostanzialmente integro e da un parco d’interesse sovracomunale di 80 ettari, delimitato da un torrente dal corso suggestivo fanno di Zavattarello un luogo semplicemente incantevole. 


Il Castello di Romagnese
Fu quasi certamente edificato sul finire del 1400 da Jacopo dal Verme, celebre Capitano di ventura al servizio dei Visconti di Milano e primo feudatario di Romagnese. La sua struttura primitiva sicuramente di epoca anteriore, probabilmente del IX secolo.